Sulla malattia di Parkinson

Cos’è la malattia di Parkinson?

La malattia di Parkinson (MP) è una patologia neurodegenerativa e progressiva che colpisce prevalentemente i neuroni che producono la dopamina in un’area specifica del cervello chiamata “sostanza nera”.

Quanto è comune la MP?

La MP colpisce quasi un milione di persone in America, almeno 400 mila in Italia e 10 milioni di persone nel mondo, con circa 60,000 nuovi casi diagnosticati negli Stati Uniti ogni anno. La MP è la seconda malattia neurodegenerativa più frequente dopo la malattia di Alzheimer. A causa dell’invecchiamento della popolazione e del fatto che l’incidenza della MP aumenta con l’aumentare dell’età, il numero di persone affette da MP è destinato ad aumentare in maniera significativa nei prossimi 20 anni.

Quali sono i sintomi della MP?

Generalmente i sintomi si sviluppano lentamente nel corso di anni. La progressione dei sintomi spesso varia da persona a persona. I pazienti con la MP possono avere:

  • Tremore, soprattutto a riposo. Il tremore alla mano viene descritto come “contar monete”
  • Lentezza dei movimenti (bradicinesia)
  • Rigidità degli arti
  • Disturbo della deambulazione e dell’equilibrio

Oltre ai sintomi correlati al movimento, cioè “motori”, la MP può presentarsi con sintomi “non motori”, cioè non legati al movimento, come l’apatia, la depressione, la stitichezza, dei disturbi del sonno, la perdita dell’olfatto e un decadimento cognitivo. Questi sintomi non motori possono precedere i sintomi motori.

Chi colpisce la MP?

L’invecchiamento è il più importante fattore di rischio per la MP: la maggior parte delle persone riceve una diagnosi attorno ai 60 anni. In casi rari, alcuni persone sviluppano la MP prima dei 50 anni di età, in questi casi si parla di MP ad “esordio giovanile”. Gli uomini hanno un rischio 1.5 volte maggiore rispetto alle donne di avere la MP. L’ereditarietà diretta della MP è piuttosto rara. Si ritiene che circa il 10-15% dei casi di MP siano forme genetiche della malattia. Nei restanti 85-90% dei casi, la causa è ignota.

Come viene diagnosticata la MP?

Non esiste un test diagnostico per la MP. I medici si servono di una combinazione di esami clinici e strumentali per valutare i sintomi. Spesso la prima diagnosi di MP viene formulata dal medico di base. In molti casi, i pazienti chiedono una seconda opinione a uno specialista in disturbi del movimento, un neurologo con esperienza e formazione specifica nella valutazione e nel trattamento della MP.

Come si tratta la MP?

È possibile convivere con la MP mantenendo una buona qualità di vita. Il trattamento per la MP è specifico per ogni persona sulla base dei sintomi e può comprendere terapie mediche e, successivamente in casi selezionati, terapie chirurgiche. Altri trattamenti comprendono modificazioni dello stile di vita, inserendo ad esempio esercizio fisico e riposo. Esistono numerosi farmaci per il trattamento dei sintomi della MP, sebbene nessuno di questi sia in grado di fermare o curare la malattia.

Circa la Parkinson Foundation e il Fresco Parkinson Institute Italia

La Parkinson Foundation e il Fresco Parkinson Institute Italia si propongono di migliorare la qualità di vita delle persone con la MP attraverso una gestione clinica ottimale e la promozione della ricerca della cura. La nostra comune missione è alimentata dall’entusiasmo, esperienza e passione della nostra comunità Parkinson nel mondo.